Una viaggio in Myanmar spendendo solo 426 € in due

Una nostra amica ci ha detto: spendo più io in un mese solo per pagare l’affito di casa in nero! Tutti ci chiedono, come avete fatto a spendere così poco? 426 € in due per quasi un mese!!! Le tre cose fondamentali sono: l’alloggio, il trasporto e il cibo. 27 notti, 13 senza costi tra cui 4 a Yangon dall’inglese e 4 a Meiktila dal monaco Uvi, grazie a couchsurfing. MY Meiktila54 A Sagaing dopo aver scalato con lo zaino la montagna più alta per raggiungere il monastero, abbiamo preso la decisione di non tornare indietro come tutti gli altri turisti ma di intraprendere una camminata senza meta, seguendo delle scale semi distrutte, ci siamo dette, dove si arriva si arriva 😊. MY Sagaing08 A fine giornata, stanche e esauste di scale, e sali e scendi, ma allo stesso tempo strafelici di questa giornata piena di stupe, templi e pagode meravigliose nascoste nel bel mezzo della natura selvaggia, abbiamo bussato alla porta ad uno dei tanti monasteri. Dopo una lunga e intensa chiacchierata di mezz’ora col capo monaco e dopo che loro hanno scrutato i nostri passaporti, ci hanno fatto dormire su una panca circolare sotto un albero al fresco con la loro melodia di preghiere di sottofondo per tutta la notte, una ninnananna unica e affascinante. IMG_20140703_024223 Facendo volontariato ai bimbini locali, abbiamo passato una notte indescrivibile sul tappeto di una scuola di Mingun. 3.000 abitanti di cui 2.000 sono monaci, piú di 50 monasteri, uno spettacolo di colori e profumi. In questa città gli stranieri non potrebbero alloggiare per mancanze di strutture e per una legge che il governo ha messo a favore degli hotel in tutto il paese. Questa legge proibisce qualsiasi forma di ospitalità gratuita. Noi ci abbiamo provato lo stesso, la nostra fortuna é stata che il preside della scuola, Jojo un ragazzo di 25 anni, é un caro amico del capo del villaggio. È lui che ci ha dato il permesso e la possibilità di restare, ci hanno offerto di tutto, una generosità mai vista prima. Abbiamo dormito un’altra notte sul treno a dondolo da Mandalay a Bagan, 1450 kyat = 1.10€ a persona. Quando siamo montate sul vagone terza classe, invece che come tutti gli altri turisti su quelli con le poltrone 8.000 kyat, un tipo birmano continuava a spingerci fuori e a indicarci i convogli prima classe, fino a quando il controllore non ha visto i nostri biglietti e non ci ha dato ragione. Vedere i locali basiti, forse perché era la prima volta che condividevano le panche di legno con dei non birmani, non ha prezzo, sono rimasti a fissarci tutta la notte, sembrava di avere dei gufi intorno 😂 From Yangon to Thazi by train19 Abbiamo dormito anche le ultime due notti gratis su due bus, uno da Bagan a Yangon, l’altro da Yangon a Myawaddy sul confine con Mae Sot in Thailandia. Queste due esperienze, almeno per noi, sono state devastanti e stancanti. Per il resto non abbiamo mai speso piú di 14.000 kyat = 10.50€ per una doppia con colazione. Vi possiamo assicurare che é molto facile spendere piú di 20€ per una doppia, tanti guest house si fanno chiamare cosí, ma poi il prezzo di una doppia é 45€ senza giustificare la qualità. Per quanto riguarda il trasporto é semplice. Se voli, se prendi i treni prima classe o i bus di lusso con aria condizionata, ovviamente il prezzo sale. Se cammini, almeno per adesso è gratis 😂 è una delle cose che facciamo di più anche con gli zaini o sotto il sole. I taxi possono costare una fortuna, specialmente per i turisti, i birmani sono pronti a sparare cifre assurde e sperare che il cliente ci caschi e molto spesso accade! Noi siamo pure salite sul tetto di un furgoncino locale con polli, bici, ceste e cestini dove il controllore non fa altro che sorriderti con quei splendidi denti rossi marci. going to train station from Sagaing to Mandalay7 In generale un passaggio su un mezzo locale in città costa 150 kyat = 0.11€, ma loro cercheranno sempre di chiedervene minimo 1.000 kyat. Il treno terza classe costa meno della metà, se non un terzo del costo di un biglietto prima classe e dei pullman per i turisti. Terzo punto per risparmiate è decisamente il mangiare. Se vai in ristoranti non locali, dove un piatto tipico costa circa 2.500 kyat o addirittura 8.000 a portata se vai in un ristorante francese o italiano, sarà facilissimo sforare il budget. Noi cercando di evitare l’epatite, e seguendo i consigli di chi in un locale ci è già stato, non abbiamo mai speso piú di 3.500 kyat = 2.70 € in due. Il costo di un piatto tipico è di 500 kyat = 0.40 €, fate voi i conti! Il trucco è quello di chiedere sempre i prezzi prima di ordinare del cibo o comprare delle bevande, perché in Myanmar sui menu non sono segnati. Se sei un turista ci provano a farti pagare di piú, tanto loro sanno o almeno credono che per noi è pochissimo. Alla fine tutto conta!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...