Nord della Thailandia tra cultura e divertimento

Un piccolo itinerario di 12-15 giorni.

Ayutthaya

È una delle antiche capitali della Thailandia, colma di fantastiche rovine, per chi è stato in Myanmar troverà qualcosa di famigliare nel vedere le stupe e i templi.

Noi siamo partite da Bangkok prendendo il treno la mattina, si può visitare tutta la città facilmente in giornata.

Tutto ciò che è ‘rovina’ è a pagamento, i principali luoghi turistici sono 6 e costano 100 bath l’uno, ma c’è la possibilità di ottenere uno sconto prendendo un biglietto unico.

Ayuttaya

È carino noleggiare una bicicletta, per 30 bath proprio fuori dalla stazione, e perdersi tra le rovine.

Come ogni vecchia capitale è circondata da un fiume. Percorrendo la via di fronte alla stazione c’è la possibilità di prendere una piccola e caratteristica imbarcazione per 4 bath che, una volta piena, vi farà attraversare il canale.

La sera abbiamo preso il treno direzione Lopburi.

statuetta-religiosa-ayuttayarovine-della-citta-antica-ayuttayatesta-di-statua-incastrata-neltronco-di-un-albero-ayuttaya

Lopburi

Anche chiamata la città delle scimmie, sono in giro per tutta la città, soprattutto al Monkey Temple.

Questo dolcissimo animaletto può diventare veramente pericoloso se non si sta attenti.

Camminare in mezzo a centinaia di scimmie significa: non avere nulla di appariscente, non avere collanine, occhiali da sole in testa o in mano, bisogna stare attenti anche se portate occhiali da vista, non bisogna fare penzolare il filo della macchina fotografica, non avere del cibo e soprattutto non avvicinarsi troppo!

Monkey Temple - Lopburi (3)monkey-temple-lopburimonkey-temple-lopburi

Sono giocherellone e territoriali, ma se gli si presta la giusta attenzione è dolcissimo vederle mentre mangiano una banana e bevono un succo o vedere una giovane mamma con il piccolo sulla schiena o aggrappato alla pancia.

A noi è successa una divertente avventura, anche se per un attimo ci siamo spaventate. Abbiamo esagerato un po’ con la GoPro pensando che la distanza creata dal lungo palo sulla quale era agganciata, ci avrebbe salvate.

Stavamo filmando delle scimmiette giocare, ovviamente sono bastati pochi minuti perché incominciassero a prendere la GoPro come attrazione principale. Ivana era la ‘videomaker’, Lola pensando di incutere un po’ di timore e farle scappare si è messa in mezzo.

Benissimo, se il palo della GoPro poteva sembrare una liana, Lola era diventata un albero su cui aggrapparsi.

I pochi secondi 5 scimmie le saltano sulla schiena e cercano di raggiungere la GoPro che si era trasformata in arma per scacciarle.

Siamo riuscite a liberarci dalla situazione con molta calma e senza danni.

Ora ci ridiamo su, ma che paura!

Non tutte, ma le scimmie sono portatrici di varie malattie tra cui la rabbia, se per caso venite morsi o graffiati anche leggermente, ma abbastanza da superare la pelle, bisogna andare subito a farsi l‘antirabbica. Fortunatamente Lola aveva solo un piccolissimo graffio solo a livello cutaneo altrimenti bisognava correre a farsi il vaccino!

Superato il problema scimmie la piccola cittadina è davvero carina, fatevi dare una mappa della città ed andate a visitare le rovine.

Noi l’abbiamo visitata tutta in mezza giornata, alle 15:00 abbiamo preso il treno notturno per 331 bath/poltrona per Chiang Mai.

Chiang Mai

Arrivate all’alba abbiamo avuto tutto il giorno per passeggiare.

Splendida, caratteristica, piena di favolosi mercati della frutta, della verdura, porte immense che circondano la città e profumatissimi mercati notturni ovunque.

Chiang Mai

Dalla stazione al centro ci sono un sacco di tuk tuk, il prezzo è di 20 bath o al massimo 30, quando arriverete vi assaliranno gli autisti, proveranno a chiedervi 100 o 150 bath a persona, scenderanno fino a 50, ma basta uscire dalla stazione per trovare quello onesto.

Gli alloggi si aggirano intorno ai 100 bath a persona.

Chiang Mai può essere una cittadina in cui si possono spendere facilmente 2 giorni come una settimana, è molto turistica, ma è davvero carina è rilassante, piena di piccole caffetterie e ristorantini locali. Uscendo dalla città c’è la possibilità di organizzare trekking sulle montagne nei dintorni e visitare i villaggi thai.

Dopo Chiang Mai la nostra destinazione successiva è Pai. Per raggiungerla ci sono circa 3 ore di viaggio, potrete arrivarci con i minivan che partono ad ogni ora (150 bath), ma guidano come dei pazzi! L’autobus locale è un po’ più sicuro, è una sola volta al giorno alle 7:00 di mattina e costa 79 bath.

Pai

Regola numero uno è noleggiare un motorino per 100 bath e perdersi tra le colline, le risaie, le cascate ed i fiumi della sorprendente Pai!

Pai

La città è stata uno dei primi luoghi dove i ‘fricchettoni’ hippy degli anni ’60 – ’70, vennero a vivere una vita di relax nel cuore delle montagne del nord della Thailandia. Adesso Pai vive ancora seguendo un po’ quella scia.

Il turismo è sempre al primo posto, grazie ai prezzi stracciati delle guest house e dei mercatini di strada.

Dal centro organizzano giornate di rafting e trekking per visitare i villaggi limitrofi.

In cima alla collina vicina a Pai c’è uno splendido Buddha bianco, basta cercarlo con lo sguardo e seguire la strada per raggiungerlo, se andrete la mattina presto potrete vedere una spettacolare alba sulla città.

Potrete andare anche a Paivedere il canyon sempre raggiungibile con il motorino.

Per proseguire verso Chiang Rai da Pai bisogna per forza passare da Chiang Mai. Minivan ad ogni ora o autobus locale alle 12:00.

Da Chiang Mai a Chiang Rai ci sono 3 ore in bus. http://www.greenbusthailand.com/en/

Chiang Rai

Forse è stata la città che ci ha regalato più emozioni.

Abbiamo conosciuto uno strano personaggio, un italiano di circa 60 anni, un fotografo che ha girato il mondo seguendo la sua passione e che ha deciso di fermarsi nel luogo che ama di più: la Thailandia.

Ci ha fatto da cicerone mostrandoci tutti i luoghi più nascosti ed i ristorantini tipici.

Non potrete mancare il mercato centrale, aperto la notte. Il cibo è eccezionale e gli spettacoli dal vivo riempiranno la piazza di spettatori thai.

Da non mancare nei dintorni c’è il White Palace, raggiungibile con l’autobus e la Black House simbolo della caccia.

Black House- Chiang Raiwhite-palace-chiang-rai

Il giorno seguente potrete dedicarlo ad una gita in giornata al Golden Triangle: Triangolo d’oro dove potrete vedere il punto d’incontro di Laos, Thailandia e Myanmar sul fiume Mekhong e visitare il museo dell’oppio per 50 bath.

Vi consigliamo vivamente di saltare il villaggio del popolo delle donne dal collo lungo, un biglietto d’ingresso decisamente troppo alto per vedere questo finto villaggio con abitanti che sembrano rinchiusi in uno zoo alla ricerca disperata di venderti l’artigianato locale.

Sukhothai

Ultima tappa prima di rientrare a Bangkok.

La seconda capitale Thailandese. Una sorpresa!

La tratta Chiang Rai-Bangkok era un po’ lunga, quindi una sosta a metà strada a Sukhothai è stata un’ottima scelta.

La città antica si può visitare in qualche ora, ma vi servirà tutto il resto del giorno per poter scoprire tutte le rovine sparse nei dintorni!

La cosa migliore è noleggiare una bicicletta e godersi la splendida natura che circonda la zona.

Se vi fermerete anche la sera, vi basterà poco per scoprire il mercato notturno: seguite il profumo.

Dopo Sukhothai il rientro in bus nella magica Bangkok, dove potrete godere della città per 2 o 3 giorni.

Annunci

2 pensieri su “Nord della Thailandia tra cultura e divertimento

  1. Uhhhh, che voglia, la Thailandia del Nord mi è rimasta qui, all’università (un bel pò di annetti fa) ho preso biglietto aereo per Bangkok con due amiche, viaggio da backpackers fai da te. Dovevamo puntare a nord, poi tra monsoni e allagamenti abbiamo visto sui giornali molte zone a nord alluvionate e abbiamo dovuto cambiare tutto il programma per dirigerci a sud/isole.
    Vorrà dire che tornerò…solo per il nord! soprattutto dopo il vostro post 🙂
    Monica

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...