Kathmandu aldilà della polvere

Questa polverosa città. Non ho ancora capito se mi piace o no.

La terra ovunque, sui bordi delle strade, sui marciapiedi, viene sollevata da qualsiasi mezzo in movimenti.

Polvere intorno ai piedi dei passanti, le loro scarpe ne sono piene. I bambini fuori da scuola correndo creano una nuvola come bufali selvaggi in mezzo al campo. Le biciclette lasciano una scia nell’aria per qualche secondo. Le macchine per qualche minuto. I camion, è meglio che ti metti al riparo lontano dall’uscio della strada altrimenti ne vieni ricoperto senza nemmeno accorgertene.

La sera quanto torni a casa vuoi solo farti una doccia e liberarti di questo strato nero sulla pelle, nulla in confronto allo smog milanese.

Poi accade che camminando tra le piccole vie di questa città e perdendoti tra i vicoli, incontri anziani che ti chiedono di scattare loro una foto, bambini che ti dicono namaste (ciao in nepalese), vedi sorrisi della gente che ti guarda incuriosita e d’improvviso la polvere svanisce e sembra poter respirare senza difficoltà per un momento.

A noi piace girare senza meta e scoprire gli angoli di ogni città, a Kathmandu è meglio avere un piano ben preciso. I luoghi da visitare, sono abbastanza distanti l’uno dall’altro e la città è immensa. Il traffico nelle ore di punta paralizza la città, ma regala una fotografia da poster poco prima del tramonto.

I luoghi che ci hanno colpito si contano sulle dita di una mano.

  • Swayambhunath Temple o meglio conosciuto come Monkey Temple, vi regalerà una vista incredibile della città. La scalinata principale vi porterà dritti alla biglietteria, ma basterà prendere la scalinata laterale più piccola per entrare direttamente nel tempio senza biglietto.
  • Patan: una delle antiche città reali, a sud di Kathamdu. Anche qui se non sarete interessati al museo all’interno non servirà pagare il biglietto, nonostante ci siano persone locali che ti spingono verso la biglietteria. Il quartiere è libero a tutti e potrete scattare delle bellissime foto anche al di fuori dalla zona a pagamento.

Patan Patan

  •  Thamel: il quartiere turistico, davvero carino anche per comprare tutti i souvenir, ma dovrete barattare il prezzo di qualsiasi cosa.
  •  Durbar Square a Basantapur: la secoda delle 3 città reali. Anche qui evitare il biglietto è facilissimo anche perchè il controllo della biglietteria non sembra interessarsi molto ai turisti che passano.

Durban Square Basantapur

  • Shree Pashupatinath Temple: il tempio induista sul fiume dove bruciano i morti, qualcosa di indimenticabile.

L’odore misto di incenso, fieno, e di pollo bruciato, lo senti ovunque, anche sui vestiti quando ti allontani. Il fumo che nasconde l’orizzonte crea un’atmosfera mistica, come una fitta nebbia in città. Corpi avvolti di teli e ricoperti di fiori in attesa della crematura, e gente ovunque, curiosi, turisti, parenti in lacrime. Uno strano connubio la tristezza di queste persone miscelata al turista che cerca di trovare lo scatto migliore per poter riportare a casa qualcosa di unico da mostrare agli amici.

Ci è capitato di assistere alla cremazione di una cittadina amaricata, deceduta su un trekking a causa dell’altitudine. I parenti afflitti non hanno nemmeno richiesto il rimpatrio della salma, hanno detto che non avrebbero retto nel vederla tornare in una bara. Alla cremazione era presente solo un funzionario dell’ambasciata che faceva foto e che aspettava le ceneri da mettere in una piccola anfora pronta a volare negli USA.

Anche qui c’è un ingresso principale con una biglietteria, ma basterà prendere una delle vie secondarie per entrare senza problemi.

Forse è una città da conoscere per poterla apprezzare, bisognerà superare il problema del caos e della polvere e scoprire gli angoli caratteristici, vicino ai quali il popolo nepalese vi stupirà.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...